Royal Moroccan Armed Forces


 
AccueilS'enregistrerConnexion

Partagez | 
 

 Exercice Canale 2013

Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Aller en bas 
AuteurMessage
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Exercice Canale 2013   Sam 15 Juin - 4:38

La 19° edition des exercice Canale est relativement plus importantes que les édition précédente par rapport à l'ampleur des unités engagées
Citation :
Esercitazione multinazionale e interforze italo-maltese “Canale 13”

La “Canale 2013”, esercitazione aeronavale congiunta italo-maltese, avrà luogo nelle acque e nello spazio aereo limitrofo l’isola di Malta da domenica 16 fino a venerdì 21 giugno 2013. Lo scopo della “Canale” è quello di “promuovere la cooperazione, la sicurezza e la stabilità nel Mediterraneo”, con particolare enfasi all’area interessata dai Paesi aderenti all’Iniziativa “5 + 5” (Francia, Italia, Portogallo, Spagna e Malta, per la sponda mediterranea europea, e Algeria, Libia, Mauritania, Marocco e Tunisia, per la sponda mediterranea dei paesi del Maghreb arabo).

L’esercitazione, giunta alla 19esima edizione, è stata pianificata, organizzata e coordinata dalle Forze Armate maltese ed italiane, e coinvolge anche unità navali e mezzi aerei di altri Paesi rivieraschi.

In particolare, anche all’edizione di quest’anno e per rafforzare il dialogo e la cooperazione tra le due sponde del Mediterraneo, sono stati invitati a partecipare Paesi membri dell’Iniziativa “5+5” e Algeria, Francia, Libia, Marocco e Tunisia hanno accettato l’invito a partecipare con unità aeree, navali e personale con incarichi di Staff.

La Canale 13 si configura come un’esercitazione internazionale bilaterale italo-maltese, ad alta caratterizzazione interforze, orientata all’impiego strategico e operativo. Le attività addestrative saranno focalizzate ad incrementare le capacità e la flessibilità nei più ampi interventi di cooperazione ed integrazione in operazioni di soccorso in mare, Maritime Law Enforcement e sicurezza nel Mar Mediterraneo.

Venerdì 21 giugno avrà luogo un “VIP e Media Day” a bordo di Nave “Cigala Fulgosi” nel porto di Malta e alla presenza di Autorità maltesi ed italiane. Per l’occasione, i rappresentanti dei media preventivamente accreditati potranno assistere ad un briefing di presentazione sul livello di interoperabilità e capacità raggiunte durante l’esercitazione e alla “Post Exercise Conference”.
Spoiler:
 

les unités navales participantes :
RMN Hassan II ( 612 ) - Maroc

ANS Raïs Kellich ( 902 ) - algérie

LNS Shafak ( 534 ) - Libye

ITS Cmdte Cigala Fulgosi (P 490 ) - Italie


et des unités des CG italiens, lybiens et Maltais




_________________


Dernière édition par Fremo le Mar 18 Juin - 11:47, édité 1 fois
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 6:07

RMN Hassan II ( 612 ) à Valette hier le 16-06-13 ... à coté de l'algérienne Raïs Kellich ( 902 )







_________________
Revenir en haut Aller en bas
Yakuza
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21633
Inscrit le : 14/09/2009
Localisation : 511
Nationalité : Maroco-Allemand
Médailles de mérite :

MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 6:11

meme dans les navires chacun sa direction Laughing

_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fahed64
Modérateur
Modérateur
avatar

messages : 13279
Inscrit le : 31/03/2008
Localisation : Pau-Marrakech
Nationalité : Maroc-France
Médailles de mérite :


MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 6:32

Oui mais nos voisins sont obligés de passer par nous pour aller sur la terre ferme Laughing

_________________
Sois généreux avec nous, Ô toi Dieu et donne nous la Victoire

Revenir en haut Aller en bas
Yakuza
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21633
Inscrit le : 14/09/2009
Localisation : 511
Nationalité : Maroco-Allemand
Médailles de mérite :

MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 6:55

tjs a chercher un passage vers l´ouest

_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 7:45


_________________
Revenir en haut Aller en bas
annabi
Général de coprs d'armée فريق (ANP)
Général de coprs d'armée فريق  (ANP)
avatar

messages : 6943
Inscrit le : 18/07/2012
Localisation : paris
Nationalité : Algerie-Francais
Médailles de mérite :

MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 16:00

Yakuza a écrit:
meme dans les navires chacun sa direction Laughing

on dirait deux mouton de l'aïd quand ils cherchent à se bagarrer..en algérie on dit "ye balbale" allih
Revenir en haut Aller en bas
mourad27
Modérateur
Modérateur
avatar

messages : 5281
Inscrit le : 19/02/2012
Localisation : PARIS
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :


MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 17 Juin - 17:07



EDIT : arrivée des marines participantes
http://www.maltaspotting.com/navalvesselsinmalta.htm
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 18 Juin - 4:20

Citation :
MALTESE - ITALIAN AERO-NAVAL EXERCISE “CANALE 13”

“Canale 2013”, the bilateral Italo-Maltese aero-naval exercise, returns to the Maltese waters and airspace of Malta, between 16th June and 21th June, 2013. Its aim is to promote co-operation and peace in the Mediterranean region, with particular emphasis on strengthening the cooperation between the ‘5+5 Initiative’ partners. Exercise training activities will focus on maritime Search-and-Rescue (SAR), Maritime Law Enforcement (MLE), Explosive Ordinance Disposal (EOD) operations and Recognised Maritime Picture (RMP) compilations (through the extensive use of Virtual – Regional Maritime Traffic Centres (V-RMTC) ‘5+5’ NET).

This is the 19th edition of the exercise, planned and organized jointly by the Headquarters Armed Forces of Malta (Training Branch) and the Italian Joint Operational Headquarters (IT JOHQ) coordinated by the AFM Maritime Squadron and involving naval and air units deriving from Mediterranean countries forming part of the “5 + 5 Process”. Algeria, France, Libya, Morocco and Tunisia have accepted the invitation to take part with surface / air assets or personnel in order to commit staff to be integrated in all the exercise phases and operational levels.

An Exercise Command and Control Centre (ECC) will be established to facilitate realistic training opportunities for participating countries to cooperate in conducting the exercise. The AFM will set up an Air Management & Coordination Cell for the monitoring and management of air assets involved into the exercise based at AFM RCC/Operations Centre under the control of an Air Wing officer.

Such training is in line with larger, already existing, regional initiatives (Mediterranean Dialogue and EUROMED), and make exercise “Canale 13” a significant practical facility for Confidence Building Measures (CBM) and a major step forward for the operational dimension of the “5 + 5 Initiative”. The exercise enables practical activity which the 10-nation group utilizes in enhancing dialogue between the Northern and Southern shores of the Mediterranean basin.

The exercise has been organized into a number of distinct phases, each designed to exercise its participants in a number of different skills. All assigned tasks will focus towards soft-security issues rather than more traditional war-fighting skills.

The exercise aims at achieving improved cooperation utilising the operational capabilities of the participating air and naval forces. This is met through training of respective participating Commands in the use of common standard procedures so as to promote co-operation between “5+5 Initiative” nations.

It also involves training of respective Naval and Air Commands/Units in the planning of Maritime Search and Rescue (SAR) Operations and the correct use of SAR-techniques when assisting personnel and vessels in distress at sea. This helps to foster and exercise forms of integration and co-operation between participating Forces in MLE operations, in order to counter illicit activities at sea .

Units will train in the deployment of security and inspection teams to conduct board and search operations onboard vessels. This ties in with training by Explosives and Ordnance Disposal (EOD) teams in detecting Improvised Explosive Device Disposal (IEDD) and underwater EOD operations. Such MLE training scenarios simulate naval operations aimed at denying the transit of illicit activities. Whilst the exercise is underway, training shall promote the use of Virtual – Regional Maritime Traffic Centre (V-RMTC) tools in order to develop an Exercise-dedicated Recognized Maritime Merchant Picture (RMMP). This also helps implement and employ a common communications plan for the command and control of joint and combined operations at sea.

On Friday 21th June, 2013, the Exercise “Canale” Directing-Staff (DS) will host distinguished visitors from the Italian and Maltese authorities onboard Italian Navy vessel “Cigala Fulgosi”. The achievements and outcome of the exercise will be presented to the VIPs present during a post-exercise conference which will overview the week’s air and maritime training activities and interoperability achieved by the participating forces.

gov.mt

_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 18 Juin - 8:43

Citation :
Iniziate le attività addestrative dell'esercitazione multinazionale "Canale 13"

Hanno preso il via ieri le attività addestrative della “Canale 13”, l’esercitazione multinazionale ed interforze italo-maltese che fino al 21 giugno si svolgerà nelle acque e nello spazio aereo limitrofo l’isola di Malta.

Pianificata e coordinata dal Comando Operativo di vertice Interforze (COI) e condotta con il supporto del Comando delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e la Difesa Costiera (COMFORPAT) di Augusta, è una esercitazione che vede la partecipazione di assetti e di personale della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, dei Carabinieri e della Guardia Costiera, oltre a unità e personale di Paesi del Mediterraneo.

Oltre a rappresentare un momento significativo nell’ambito della cooperazione e dell’accordo bilaterale in atto con le Forze Armate maltesi, l’esercitazione costituisce un’importante occasione per rafforzare il dialogo e la cooperazione tra i Paesi dell’Iniziativa “5+5”, in maniera da accrescere la fiducia reciproca e l'uso di procedure standard comuni.

Operazioni multinazionali (Combined) di Ricerca e Soccorso marittimo (Search and Rescue Operations - SAR), di sorveglianza degli spazi marittimi con controllo ed ispezione di mercantili sospettati di svolgere traffici illeciti, scorta a convogli e pratica di Explosive and Ordnance Disposal (EOD) navali, sono alcune delle intense attività addestrative coordinate dal Exercise Command and Control Centre (ECC). Infatti anche per questa edizione è stato attivato l’ECC allo scopo di incrementare i contenuti addestrativi ed esercitare le funzioni di Comando e Controllo degli assetti impiegati.

Difesa.it
Spoiler:
 



_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fox-One
General de Brigade
General de Brigade


messages : 3599
Inscrit le : 20/09/2007
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 18 Juin - 14:56

enfin la presse electronique Marocain reconnait le Forum Far Maroc:

http://hespress.com/international/82014.html

traduction résumé: selon le Forum: FARMAROC, le Maroc participe avec sa Frégate HASSAN II à l'exercice Canale 2013  qui se déroule en Italie avec des homologues algeriens, ..........;
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 18 Juin - 15:02

Citation :
Contribution des pays participants

Italie

Marine

Navire "Cigala Fulgosi" (Offshore Patrol classe "Commander")
Hélicoptère AB-212
L'équipe EOD (Explosive Ordnance Disposal)
L'équipe de «collision» du régiment "San Marco"
bateaux de patrouille pour la simulation des "cibles d'intérêt"
Centre virtuel de trafic maritime régional (V-RMTC)
Personnel de Staff


Air force

Type d'hélicoptère HH139-A
HH212 de MICCD
Personnel de Staff


Carabinieri

Canonnière (classe «800»)


Garde côtière

Côte Patrol Vessel (classe 200)
P180 voilure fixe
Personnel de staff


Malte

Coastal Patrol Boat
Naval patrouilleur côtier (classe Austal)
Naval patrouilleur côtier (TOI classe Austal)
Artisanat opérations SAR (classe Melita)
Avions de patrouille maritime BN - 2T Islander
Avions de patrouille maritime King Air
Hélicoptère "Alouette III"
bateaux de patrouille pour la simulation des "cibles d'intérêt"
L'équipe de "embarquement"
EOD équipe
Personnel de Staff


Algérie

KONI frégate de la classe 902
L'équipe de "embarquement"
EOD équipe
Personnel de Staff


France

MPA FALCON 50


Tunisie

Personnel de Staff


Maroc

Frégate Hassan II
L'équipe de "embarquement"
EOD équipe
L'équipe médicale
Personnel de Staff



Libye

PB (classe Combatante)
Petits bateaux de patrouille
L'équipe de "embarquement"
Personnel de Staff

_________________


Dernière édition par Fremo le Mar 18 Juin - 16:23, édité 1 fois
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 18 Juin - 15:30

RMN Hassan II ( 612 ) quittant la Valette pour participer aux premières activités au large de l'exercice Canale 13





_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mer 19 Juin - 6:50



_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Jeu 20 Juin - 7:18

Les Commandos marins marocains à l'assault du Cmdte Cigala Fulgosi






d'autres photos de l'exercice





_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Ven 21 Juin - 5:39



_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Dim 23 Juin - 3:58

RMN Hassan II ( 612 ) à la Valette à la fin de l'exercice le 21-06-13

_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Dim 23 Juin - 14:42

Citation :
Marina militare, esercitazione "Canale 13": il mare nostrum è in ottime mani

A Malta la cerimonia Vip su nave "Cigala Fulgosi". Roma, 22 giu  (dalla nostra inviata Stefania Taruffi) - Ieri ha avuto luogo a Malta, a bordo della nave della Marina militare "Comandante Cigala Fulgosi", ancorata nel porto Grand Harbour, il "Distinguished Visitor e Media Day", a conclusione delle attività addestrative della "Canale 13", l’esercitazione multinazionale e interforze italo-maltese nelle acque e nello spazio aereo limitrofo l’isola di Malta.
Nell'ambito delle iniziative esistenti tra i Paesi del Mediterraneo, particolare rilevanza assumono le attività di cooperazione bilaterale condotte tra le Marine Militari degli stessi Paesi. Tra queste s’inquadra quella in atto da molto tempo tra le Forze Armate maltesi e quelle italiane, identificabili nell'esercitazione multinazionale e interforze denominate "Canale".

Si tratta di una delle principali esercitazioni militari organizzate e condotte da Malta e Italia con la finalità di promuovere la cooperazione, la sicurezza e il mantenimento della pace nell'Area del Mediterraneo. La "Canale", programmata nello spirito dell'accordo bilaterale di cooperazione e assistenza tecnico-militare in atto tra Italia e Malta, è effettuata con cadenza annuale dai due Paesi che, ad anni alterni, ne curano la pianificazione e la condotta. La gestione dell'edizione di quest'anno, la “Canale 13”, è stata affidata a Malta.

L’esercitazione è condotta da 19 anni ed è aperta ai Paesi aderenti all’Iniziativa "5+5": Francia, Italia, Portogallo, Spagna e Malta, per la sponda mediterranea europea; Algeria, Libia, Mauritania, Marocco e Tunisia, per la sponda mediterranea dei paesi del Maghreb arabo. Quest’anno hanno aderito 7 paesi su 10 e l’esercitazione ha coinvolto unità navali e mezzi aerei dei paesi partecipanti.

L’addestramento è un esempio molto efficace dell’importanza di un dialogo operativo e concreto fra le Forze Navali dei paesi dell’area mediterranea, che si trovano a dover lavorare in sinergia con tutti gli altri comparti della Difesa e Sicurezza, quali i Carabinieri, la Guardia Costiera, la Guardia di Finanza, l’Aereonautica, oltre a unità e personale di Paesi del Mediterraneo. Il coinvolgimento di assetti e personale di questi comparti nell’esercitazione e l’apertura ai paesi del Maghreb arabo, rappresenta un modo per rafforzare la collaborazione tra i militari dei diversi paesi, creare sinergia, uniformare le procedure e ottimizzarle, nella ricerca della migliore soluzione sul campo, al momento di un’operazione, che in questo modo diventa "congiunta".

In particolare, quest'anno la "Canale" si è svolta dal 16 al 21 giugno, pianificata e coordinata dal Comando Operativo di vertice Interforze (COI) e condotta con il supporto del Comando delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e la Difesa Costiera (COMFORPAT) di Augusta.

L'esercitazione prevede la condotta di eventi addestrativi nel settore del contrasto dei traffici illeciti con attività mirate anche al settore del controllo dei flussi migratori via mare, alle operazioni di "Maritime Law Enforcement" e "Peace Support" per finire con eventi nel campo della ricerca e soccorso nel più ampio quadro della salvaguardia della vita umana in mare.

Operazioni multinazionali (Combined) di Ricerca e Soccorso marittimo (Search and Rescue Operations - SAR), di sorveglianza degli spazi marittimi con controllo ed ispezione di mercantili sospettati di svolgere traffici illeciti, scorta a convogli e pratica di Explosive and Ordnance Disposal (EOD) navali, sono alcune delle intense attività addestrative coordinate dal Exercise Command and Control Centre (ECC), attivato anche in questa edizione allo scopo di incrementare i contenuti addestrativi ed esercitare le funzioni di Comando e Controllo degli assetti impiegati.

Nello specifico l’esercitazione, dalle caratteristiche preminentemente marittime, si sviluppa in due fasi distinte.

La prima prevede lo svolgimento di una serie d’incontri di pianificazione tra i rappresentanti delle due parti, finalizzati alla definizione degli obiettivi, dei temi di comune e condiviso interesse degli assetti partecipanti all’esercitazione nonché alla standardizzazione delle procedure e delle normative impiegate.

La seconda vede i mezzi partecipanti operare congiuntamente in mare, secondo un programma di attività che, attraverso l’utilizzo di procedure multinazionali ormai standardizzate, permette di incrementare le capacità e la flessibilità nei più ampi interventi di cooperazione.

In occasione della giornata conclusiva dell’addestramento, i massimi responsabili di quest’operazione, si sono resi disponibili alla stampa per illustrarne i punti di forza e i risultati raggiunti. La cerimonia ufficiale si è svolta su nave "Comandante Cigala Fulgosi", al comando del Capitano di Fregata Massimiliano Lauretti. L’unità dal 2004 è stata continuativamente impiegata in molteplici attività operative, addestrative e di cooperazione. Tra tali attività sono particolarmente significative le regolari missioni di "Vigilanza Pesca" e di "Controllo Flussi Migratori" svolte nel Canale di Sicilia e, le attività di cooperazione bilaterale e multilaterale condotte con le altre Marine del Mediterraneo ed in particolare con quelle del Nord Africa.

Quello che emerge da questa giornata è l’esistenza di una spiccata coesione di Forze che va di là delle singole nazionalità. L’impressione è che attraverso l’istituzione di questa esercitazione, sia stato dato negli anni avvio e stabilità ad una profonda collaborazione fra Stati, ma soprattutto fra "addetti", in termini di comprensione, superamento dei limiti, potenziamento dei punti di forza dei singoli paesi e dei singoli operatori che lavorano sul campo. Il tutto permeato da una grande cordialità, fraternità e umanità, necessari soprattutto nelle difficili operazioni di recupero a mare dei migranti clandestini.

In generale, quello che emerge sono proprio una grande cordialità, stima reciproca e un profondo spirito di collaborazione a partire dalle due massime autorità presenti alla cerimonia conclusiva sulla nave: per l’Italia l'Ammiraglio Filippo Maria Foffi che dal 25 gennaio 2013 è il Comandante in Capo della Squadra Navale e per Malta, il Comandante delle Forze Armate maltesi (AFM), Brigadiere Generale Martin G. Xuereb.

Con il sopraggiungere dell'estate, che comporta condizioni meteo-marine favorevoli, i flussi dei migranti che partano dell’area africana si intensificano. Abbiamo chiesto all’Ammiraglio F.M. Foffi quali siano le principali difficoltà operative nell’ambito dei soccorsi marittimi, sia in fase di recupero e salvataggio, sia nelle fasi successive di smistamento dei migranti naufraghi.

«Le difficoltà sono molteplici - spiega l’Ammiraglio -, se guardiamo l’aspetto tecnico del recupero di uomini e donne, spesso in difficili condizioni di mare, è stato raggiunto un buon coordinamento fra le marine interessate in quest’area. Quest’esercitazione consente di contare su operazioni efficaci, che consistono soprattutto nel togliere le persone dal "pericolo di vita". Una volta accolte a bordo delle unità, esse sono trasportate a terra, dove è necessario organizzare un’opportuna accoglienza, verificando se sussiste il diritto di queste persone a raggiungere le loro destinazioni. In questo caso, la competenza non è più tecnico-militare a carico della Marina militare e della Guardia Costiera e non è di facile soluzione, come abbiamo visto».

L'Ammiraglio Foffi sottolinea inoltre la grande importanza della "Canale 13", che significa soprattutto «la partecipazione congiunta di Paesi appartenenti alle diverse aree del Mediterraneo, che hanno imparato a lavorare "insieme", in quanto questi sforzi, spesso ingenti, possono essere difficilmente gestiti da una sola Forza Armata. In questo caso invece, noi vediamo l’azione congiunta di diverse Forze e Paesi, cioè di un vero e proprio team, abituato a lavorare insieme giorno dopo giorno, con continuità, che va oltre le competenze di ogni singola nazione. Questo è uno dei risultati più importanti che sono stati conseguiti».

Foffi spiega inoltre le modalità con le quali si sceglie il tipo di "assetto" che deve intervenire.

«L’obiettivo è di avere una sempre maggiore sicurezza in mare, pertanto ad intervenire sul posto dove c’è bisogno, si muove la Forza che ha in quel momento un assetto impiegabile e idoneo e lo fa con la massima disponibilità e generosità per il conseguimento del risultato». E specifica il termine Sicurezza: «Sicurezza in senso ampio, significa avere una perfetta conoscenza di tutto ciò che transita sul mare, in modo da poter distinguere una piccola traccia anomala in mezzo a milioni di attività che sono conosciute e che non devono rappresentare una minaccia e un impiego di risorse inutili. E chi non si comporta bene, deve essere immediatamente identificato e deve essere noto a tutte le Marine dell’area. Invece, le operazioni di salvataggio di persone in pericolo di vita, a prescindere dalla loro provenienza, sono da considerare a parte. Si tratta di povera gente disperata, meno fortunata di noi, che non rappresenta certo una minaccia. Noi siamo organizzati per salvarli, in maniera congiunta ed efficace, quando sono in pericolo di vita e lo facciamo con il massimo coinvolgimento e la massima soddisfazione».

Che le operazioni di "Rescue", cioè di salvataggio di vite umane in pericolo, siano la parte operativa più importante, lo dimostra anche l’impiego quest’anno, per la prima volta in ambito internazionale, dell’elicottero HH 139 A dell’Aereonautica militare, la cui tecnologia innovativa permette soccorso aereo anche in condizioni meteorologiche difficili.

Il Comandante delle Forze Armate maltesi (AFM), generale Xuereb, conferma gli ottimi rapporti di cooperazione con l’Italia e sottolinea che questi rapporti si sono rafforzati nel tempo diventando centrali. «Mi piace parlare di "mare nostrum". Quest’area del Mediterraneo appartiene infatti alle nostre anime e noi cerchiamo di coinvolgere il numero maggiore di paesi inclusi nel "5+5", per migliorare la qualità e i risultati dell’esercitazione di anno in anno. Negli ultimi due anni ad esempio la Libia ha partecipato all’addestramento con personale e unità».

Riguardo alle possibili minacce in quest’area molto complessa, il generale Xuereb parla piuttosto di "sfide": «Sappiamo tutti che si tratta di un’area dove i traffici sono continui. Si tratta di uno snodo in cui transitano molti mezzi navali e c’è un’intensa attività di scambio. Pertanto esistono problematiche di vario tipo dalla "Sicurezza", ai movimenti legati alla migrazione clandestina. Inoltre, anche se in questo non abbiamo un ruolo primario, ma solo di supporto, non bisogna sottovalutare le "sfide" legate all’ambiente, che sono molto importanti in termini di salvaguardia del mare».

Riguardo il futuro della "Canale", per ottimizzare ancora di più la già efficace interoperabilità dei paesi e delle Forze coinvolte, lo Stato Maggiore della Difesa italiana tenderà a coinvolgere in queste occasioni, un sempre maggior numero di "attori", governativi e non governativi e Agenzie molto importanti, come la Protezione Civile dei nostri paesi, che già interviene ed è estremamente coinvolta. Il mare nostrum insomma è in ottime mani.

http://www.grnet.it/difesa/forze-armate/marina-militare/4926-marina-militare-esercitazione-qcanale-13q-il-mare-nostrum-e-in-ottime-mani
Spoiler:
 



_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Mar 25 Juin - 6:19

Photos de la conférence et la cérémonie clôturant l'exercice ...








RMN Hassan II ( 612 )



_________________
Revenir en haut Aller en bas
Fremo
Administrateur
Administrateur
avatar

messages : 21552
Inscrit le : 14/02/2009
Localisation : 7Seas
Nationalité : Maroc
Médailles de mérite :



MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   Lun 16 Sep - 4:41

Retour à la participation de la frégate RMN Hassan II ( 612 )à l'édition 2013 des exercices "Canale"

Le voyage a commencé le 10 juin 2013 en après midi à partir de Casablanca, la frégate a du traversé plus de 2200Km en 6 jours durant lesquelles le commandant de la frégate ( CV Lahcen Zahir, le moustachue qu'on voit dans les photos postées) a programmé plusieurs exercices de perfectionnement et de préparation pour le groupe commando à bord et le groupe commando appartenant à l'Ecole de plongée de la MRM, et de familiarisation pour les nouveaux recrues à bord.
Le programme comportait notamment :
- La procédure standard et les méthodes employés de recherche et de sauvetage en mer ( SAR )
- Les opérations d'interdiction maritime ( MIO )
- Des EVOLEX ( exercices d'évolutions tactiques
- et Pour les nouveaux recrues, c'était l'occasion de mener manœuvres de remorquages, le ravitaillement des unités et le transfert de ravitaillement et de courrier, la sécurité d'évacuation, le chenalage à la Valette et surtout le maintien des capacités opérationnelles de l'unité.

Durant la phase LIVEX de l'exercice Canale, la frégate RMN Hassan II a rejoint la force multinationale composée des unités navale de l’initiative 5+5 Défense, évoluant en Méditerranée occidentale, en vue de détecter et de contrôler des cibles d'intérêt, susceptible de participer à des trafics illicites, tout en s’entraînant à adopter les multiples combinaisons de formations tactiques adéquates pour atteindre une zone donnée, une fois l'objectif détecté les équipes MIO procédent à des opérations de fouilles et de vérification à bord. Après c'était la phase SAR avec intervention d'hélicos au profit d'embarcations en détresse simulés par plusieurs figuratifs.
En ce qui concerne la frégate RMN Hassan II, les équipes à bord se sont démarquées particulièrement en terme de mise en oeuvre des moyens, de respect du timming et de la bonne exécution des actions programmés, comme en témoigne les échos qui sont parvenus au commandant de la frégate de la part des organisateurs et des unités participantes. Le Commandant a donc diffusé un message relayé par le réseau de diffusion générale à bord pour féliciter ses hommes pour leur professionnalisme et pour avoir représenté dignement leur pays, chose qui a eu un effet stimulant sur l'équipage et les passagers.


_________________
Revenir en haut Aller en bas
Contenu sponsorisé




MessageSujet: Re: Exercice Canale 2013   

Revenir en haut Aller en bas
 
Exercice Canale 2013
Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Revenir en haut 
Page 1 sur 1
 Sujets similaires
-
» exercice en commun et femme de ménage
» Exercice de sophro rapide par tapotement
» Le permis de conduire à puce, c'est pour 2013
» Exercice de style
» Exercice «Mojito»: les hélicoptères s’entraînent en interarmées

Permission de ce forum:Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Royal Moroccan Armed Forces :: La Marine Royale :: Contrats d'achats et autres-
Sauter vers: